Le Pinze Freno

La PINZA FRENO ASSIALE (altrimenti detta ad attacco trasversale) prende il nome dal sistema di ancoraggio che la caratterizza. Tale sistema si serve di una pinza con forma tale da ancorarsi direttamente in maniera assiale al piedino della forcella, oppure, di una staffa assiale-assiale che fissa la pinza al piedino della forcella.

Nel momento in cui viene azionato l’impianto frenante, le pastiglie entrano in contatto con il disco e la pinza subisce una distorsione a causa della combinazione delle forze agenti su essa. Tali forze sono legate anche all'effetto di trascinamento del disco e al punto di supporto supporto sulla forcella.

Le deformazioni subite dalla pinza durante la frenata vanno a compromettere la rigidezza della pinza stessa.

La RIGIDEZZA DELLA PINZA durante la frenata è una proprietà fondamentale poichè garantisce il corretto posizionamento delle pastiglie sulla superficie del disco, diversamente queste ultime potrebbero non lavorare correttamente, a discapito della frenata stessa.

Una soluzione, sposata da alcune case costruttrici, sono gli impianti frenanti sovradimensionati: dischi con un diametro maggiore e pinze più grandi, anche ricavate dal pieno o monoblocco (soluzioni che incrementano la rigidità del sistema) con eventuali pistoncini addizionali. Tuttavia, questa scelta comporta un incremento di peso del veicolo, oltretutto concentrato nella parte anteriore.

La PINZA FRENO RADIALE prende, anch’essa, il nome dal suo posizionamento: radiale, appunto, rispetto al mozzo con sistema di ancoraggio alla forcella.

La soluzione radiale offre, con dimensioni contenute, una maggiore rigidezza della pinza. In particolare l'ancoraggio offre a minor stress meccanico, dato da una superficie di contatto pinza/piedino molto più ampia.

Tale sistema consente di opporre una resistenza al momento torcente molto maggiore rispetto a quella offerta da un sistema tradizionale. Infatti, minori deformazioni elastiche (minime) si traducono in minore dispersione di energia del sistema frenante, ovvero si ha una miglior frenata. Il pilolta otterrà anche più sensibilità alla leva durante la frenata.

Inoltre le pastiglie, grazie alle minori oscillazioni ricevute in frenata per via di una struttura pià rigida, riescono a toccare la massima superficie utile sul disco. Ne consegue una usura uniforme del materiale d’attrito delle pastiglie.

articolo pinze 

Attenzione!

Vi sono anche sistemi (supporti/staffe) per adattare un attacco assiale e montare una pinza radiale. Tuttavia con questo metodo non si ottengono i benefici di una pinza radiale; tuttalpiù la presenza di questo collegamento e bulloni supplementari rende il sistema meno solidale compromettendo la rigidezza.

In definitiva, il sistema frenante con attacco radiale risulta meccanicamente migliore di quello con attacco assiale. Tuttavia anche i sistemi con attacco assiale, in particolare nel caso di moto leggere come le supermotard, in cui le forze frenanti non sono lontanamente paragonabili a quelle delle moto sportive, risulta un sistema valido e performante.